Bulimia

disturbi alimentari

La  Bulimia Nervosa è caratterizzata dalla copresenza dei seguenti comportamenti patologici:

 1) Abbuffate con frequenza almeno settimanale, in cui vengono consumati alimenti in quantità decisamente superiori a quelli che la maggior parte delle persone riescono a consumare in singoli pasti. Una abbuffata di solito si accompagna alla sgradevole sensazione di non riuscire più a fermarsi una volta che si è iniziato a mangiare.

 2) Presenza di comportamenti rivolti a compensare le abbuffate e ad impedire il conseguente aumento di peso: tra queste il vomito autoindotto, l’abuso di farmaci lassativi e diuretici, l’attività fisica esagerata.

3) Autostima e fiducia in sé stessi legate esclusivamente all’aspetto fisico e al peso corporeo.

4) Assenza di una diagnosi preesistente di Anoressia Nervosa, e assenza di grave sottopeso (vedi diagnosi di Anoressia Nervosa).

Le abbuffate e le condotte compensatorie devono verificarsi almeno 2 volte a settimana per tre mesi.

La caratteristica principale della bulimia nervosa è un circolo autoperpetuante di preoccupazione per il peso e le forme corporee -> dieta ferrea -> abbuffate -> vomito autoindotto.

Il paziente bulimico,a differenza dell’anoressico, è estremamente scontento del suo sintomo che vive come minaccioso rispetto al suo desiderio di magrezza ed inoltre tende ad avere un comportamento più impulsivo della persona che soffre di anoressia.

Website Pin Facebook Twitter Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google StumbleUpon Premium Responsive