cannabinoidi sintetici

Nuove sostanze e nuove modalità di consumo: i cambiamenti in atto e la previsione degli scenari futuri

droghe tradizionali e nuoveArticolo di Antonio Floriani*

L’uso di droghe tra i giovani – in Italia e in generale in tutti i paesi con caratteristiche simili al nostro – è un fenomeno in crescita e nel contempo fortemente sottovalutato. Il mondo dei professionisti sta da tempo segnalando l’incremento preoccupante del consumo di sostanze, legali e non: alcol,  cannabinoidi, cocaina e crack tra le sostanze tradizionali, oltre a un ritorno – dopo alcuni anni di deflessione dei consumi –  della vecchia eroina; poi le oltre 700 molecole  sintetiche che invadono il mercato delle droghe, tanto attraverso  i comuni canali di spaccio (i pushers, la piazza) quanto e soprattutto attraverso la rete, il dark-web o il deep-web. A corredare questo panorama, come non bastasse, vi è l’uso disinvolto di psicofarmaci in associazione ad alcol o droghe, spesso attraverso la diversione d’uso (ovvero un reperimento per canali non ufficiali e quindi un’assunzione priva di prescrizione) e il misuso (modalità di assunzione diversa da quella prevista). (altro…)

Quando lo sballo sballa: uso di sostanze e disturbi psichici

stress-giovanile-adolescenzaDi Antonio Floriani *

Appare ancora sottovalutato e spesso ignorato il rapporto tra consumo di sostanze ed insorgenza di problematiche psicologiche o disturbi psichiatrici. La comunità scientifica si è infatti maggiormente concentrata, da alcuni anni, a dibattere sul rapporto di causalità tra le due condizioni (uso di droghe e malattia mentale) tralasciando, in parte, la divulgazione di quanto sia frequente questa realtà. (altro…)