disturbi dell’umore

Distimia

DistimiaLa distimia (o disturbo distimico) si potrebbe definire come una forma attenuata di depressione (ma comunque a decorso cronico) nella quale sono presenti, principalmente in misura ridotta, sentimenti depressivi, pessimismo, insicurezza, autosvalutazione, inadeguatezza, inefficienza, stanchezza e grande bisogno di dormire.
La malattia tende a compromettere le relazioni interpersonali creando disagi a livello sociale, (altro…)

Disturbo bipolare

BipolareNello stesso individuo possono convivere continue oscillazioni dell’umore che vanno dalla depressione all’euforia quasi sempre contenute nella loro espressività (temperamento) con rare fasi di normalità, fino all’eventuale comparsa di deflessione affettiva (depressione) e di esaltazione di maggiore gravità e durata (ipomaniacalità e maniacalità) che determinano specifiche patologie consistenti nei disturbi bipolari (tipo I, II e non altrimenti specificato) e nel disturbo ciclotimico. (altro…)

Depressione

DepressioneDepressione

· I disturbi depressivi sono una patologia di frequente riscontro.
· Il trattamento di tale patologia può essere effettuata direttamente dal medico di base, a patto che sia disponibile ad un attento colloquio con il paziente al fine di motivarlo al trattamento e rassicurarlo sull’efficacia dei farmaci antidepressivi. E’ inoltre importante che venga sottolineato il tempo di latenza necessario all’estrinsecarsi dell’effetto sull’umore. (altro…)