disturbo borderline personalita

Prevalenza del BPD nella popolazione

disturbo borderline personalitaQuanto è frequente il Disturbo Borderline di Personalità? Risposta:Il Disturbo Borderline di Personalità (BPD) non è un disordine raro. Interessa circa il 2 per cento della popolazione. Nelle cliniche psichiatriche, ovviamente, il tasso di prevalenza è molto più alto! Circa 15 – 20 per cento dei ricoverati psichiatrici e circa 10 per cento dei pazienti esterni degli ambulatori psuchiatrici hanno un Disturbo Borderline di Personalità. Questo disturbo di personalità è molto comune sia fra gli adulti che fra gli adolescenti e i giovani, con i più alti tassi di incidenza nella fascia di età compresa fra 18 e 35 anni. (altro…)

Dignosi del disturbo borderline di personalità

disturbo borderline personalitàLe caratteristiche essenziali del Disturbo Borderline di Personalità sono una modalità pervasiva di instabilità delle relazioni interpersonali, dell’autostima e dell’umore, e una marcata impulsività, che iniziano nella prima età adulta e sono presenti in una varietà di contesti.

Gli individui con Disturbo Borderline di Personalità compiono sforzi disperati per evitare abbandoni reali o immaginati (Criterio 1). La percezione della separazione o del rifiuto imminenti, o la perdita di qualche strutturazione (altro…)

Tossicodipendenza e disturbo borderline di personalità

eroina preparazioneIl titolo del tema trattato necessita di una precisazione. Ci troviamo di fronte alla enunciazione di un nesso, fra disturbi dipersonalità e tossicomania, che è opportuno a nostro parere considerare giustificato solo dall’intenzione di farne uso come ipotesi di lavoro.
In questo modo viene introdotto in questo titolo un carattere di provvisorietà che richiama costantemente a un compito di verifica.
Questo lavoro nasce quindi con lo spirito di esplorare alcuni aspetti che possono giustificare l’esistenza di questo nesso. (altro…)

Nuclei del disturbo borderline di personalità

disturbo borderline personalitaPremessa

L’articolo di Peter Fonagy “Attaccamento, sviluppo del Sé e sua patologia nei disturbi di personalità” apre prospettive cliniche e di ricerca che meritano discussione ed approfondimenti. E’ possibile, ad esempio, ipotizzare che il nucleo del Disturbo Borderline di Personalità, esplorato da punti di vista ritenuti opposti come quelli delle teorie del conflitto (ad esempio quella di Kernberg) e delle teorie del deficit (come quella di Kohut, e anche quella cognitivo-comportamentale della Linehan), possa essere ricondotto, forse (altro…)